I tuoi fianchi, il tuo seno

I TUOI FIANCHI IL TUO SENO DI LEGNO
I MIEI FIANCHI IL MIO SENO DI PIETRA

LO SCULTORE LE AVEVA SCOLPITO I SENI ED I FIANCHI.

IL COLLO ERA GIRATO ALL’INDIETRO
COSI?

NO ANCORA DI PIÙ. COSÌ MI FAI MALE.

LA STATUA NON AVEVA TESTA,
NON PUOI SENTIRE DOLORE.

I CAPELLI MI CADONO SULLA FRONTE.
MI SI SONO SPEZZATE LE UNGHIE LE AFFILERÒ SUI TUOI FIANCHI DI LEGNO

DOVE HAI VISTO LA STATUA?
IN UNA CAMERA PIENA DI ANGOLI A CASA DI UN UOMO INNAMORATO

COSA FACEVA CON LEI?

L’ACCAREZZAVA CON CURA, POCO, SOPRATTUTTO LA GUARDAVA
AVEVA PAURA DI ABBRACCIARLA.

TEMEVA CHE IL LEGNO SI SPEZZASSE?

GIOCAVA A SCACCHI CON UNA MACCHINA E PRIMA DI OGNI MOSSA
LE SUSSURRAVA UNA PAROLA D’AMORE.

SUSSURRAVA PIANO PIANO?

SOLO LE LABBRA SI MUOVEVANO
IL SILENZIO RESTAVA NELL’ARIA

DOV’ERA LA DONNA DI LEGNO?

IL SUO CORPO ERA POGGIATO SU UNA POLTRONA

NELLA STANZA DEGLI ANGOLI?
SI, SDRAIATA SUI BRACCIOLI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...