Riflessioni

Ho sentito dire che nella marina da guerra americana la legge consente una mezza pinta di alcool al giorno per ciascun marinaio, da servirsi in due volte,
prima di colazione e prima di pranzo.

Al rullo del tamburo, i marinai si riuniscono attorno ad un grosso barile o a una botte piena di alcool; quando sono chiamati dal guardiamarina, si fanno avanti e si gustano la bibita in una piccola misura di latta detta «tot».

Nessun buongustaio che si accinga a servirsi un bicchiere di Tokay dalla sua dispensa ben fornita, schiocca le labbra con maggior gusto del marinaio di fronte al suo tot.

A molti di loro infatti, il pensiero
dei tot giornalieri offre una perpetua visione di paesaggi incantevoli che continuano a sfumare in lontananza. E’ questa la loro grande «speranza».

Togliete loro il grog, e la vita non avrà più alcun fascino.

In marina, una delle punizioni più comuni per la più banale delle infrazioni è proibire il grog per un giorno o una settimana. Dato che la maggior parte dei marinai tiene tanto al suo grog, il fatto di perderlo è sentito come una gravissima punizione.

Li sentirai spesso dire:
«Preferirei perdere il vento, piuttosto che il grog».

P.S
Il “grog” è l’essere brillo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...