Storia di un marinaio

Come molti della mia età, a 22 anni si è stanchi di dipendere dalla famiglia. Non avendo terminato il liceo, decisi dunque di intraprendere un lavoro che fosse soddisfacente economicamente e no. Dopo anni di lavori saltuari qui e all’estero decisi di immatricolarmi nella Gente di Mare ed imbarcarmi per qualche posto il più lontano […]

Continua a leggere "Storia di un marinaio"

E’ l’ora del caffè

Your breath is sweet your eyes are like two jewels in the sky your back is straight your hair is smooth on the pillow where you lie but I don’t sense affection no gratitude or love your loyalty is not to me but to the stars above  One more cup of coffee for the road one more […]

Continua a leggere "E’ l’ora del caffè"

Clochard morto tra le fiamme per scaldarsi Aveva case, terreni e 250 mila euro

Moon River BOLZANO. La libertà è l’unica cosa che Giovanni Valentin ha voluto nella vita. Ed è anche l’unica cosa per la quale ha rinunciato ad una vita agiata, sicura, una vita al caldo, senza fatica. Il poeta romano Orazio diceva che «sarà sempre uno schiavo chi non sa vivere con poco». Hans «cassonetto» lo […]

Continua a leggere "Clochard morto tra le fiamme per scaldarsi Aveva case, terreni e 250 mila euro"

Riflessioni

Riflessioni Ho sentito dire che nella marina da guerra americana la legge consente una mezza pinta di alcool al giorno per ciascun marinaio, da servirsi in due volte, prima di colazione e prima di pranzo. Al rullo del tamburo, i marinai si riuniscono attorno ad un grosso barile o a una botte piena di alcool; […]

Continua a leggere "Riflessioni"

Bombay ipnotica

…<<A quel tempo stavo sulle navi passeggeri e facevamo la rotta dell’Australia. A Bombay salì un indiano che mi faceva paura. Pareva nu rancio (granchio), aveva due occhi piccoli piccoli, sproporzionati e penetranti, e peli dappertutto, sul viso, sulle braccia e le spalle. Dopo qualche giorno non ne sopportavo più la vista e non volevo […]

Continua a leggere "Bombay ipnotica"